pannelli-radianti-pavimento-parete
  • Soluzione per impianto
  • Funzione: riscaldamento
  • Detrazione 50%
  • Risparmio: elevato

Maniero installa pannelli radianti in abitazioni nuove ed effettua interventi di assistenza post-vendita. Maniero si occupa di tutto il processo di installazione, dal preventivo gratuito al collaudo del nuovo impianto di emissione. In particolare il nostro servizio chiavi in mano comprende:

  • Sopralluogo tecnico e preventivo, gratuiti;
  • Fornitura, installazione e collaudo dell’impianto radiante;
  • Esecuzione di eventuali opere edili;
  • Pulizia degli ambienti dopo l’installazione;
  • Adempimenti per ottenere la detrazione fiscale;
  • Consulenza per finanziamenti;
  • Assistenza post-vendita;

Maniero lavora principalmente nelle province di Padova e Venezia, ma effettua anche interventi nel resto del Veneto e nelle regioni limitrofe. Contattaci per richiedere ai nostri tecnici un sopralluogo e un preventivo gratuito.

Cosa sono i pannelli radianti?

I pannelli radianti sono sistemi di emissione del calore costituiti da tubazioni collocate dietro le superfici dell’ambiente da riscaldare, possono essere installati:

  • a pavimento;
  • a parete;
  • a soffitto;

All’interno delle tubazioni resistenti al calore e alla pressione da calpestio (nel caso dei pannelli radianti a pavimento) scorre l’acqua calda a temperatura che varia tra i 25°C ed i 45°C, riscaldata dal generatore di calore. Questi sistemi coniugano un elevato livello di comfort con un notevole risparmio energetico

Perché installare un impianto a pannelli radianti?

  • Richiede fino al 40% di energia in meno al generatore di calore rispetto ai tradizionali radiatori in quanto funziona a bassa temperatura (sul funzionamento 24h su 24h);
  • Garantisce massimo comfort grazie all’irraggiamento uniforme da parte di grandi superfici a bassa temperatura (25-45°C rispetto ai 65-85°C dei comuni radiatori);
  • Ha una dispersione termica ridotta e un’elevata efficienza di emissione grazie all’isolamento degli elementi portanti;
  • Non genera moti convettivi che movimentano la polvere a differenza dei tradizionali radiatori;
  • Mantengono la temperatura ambientale omogenea ed evitano la stratificazione dell’aria;
  • Non ingombrano e lasciano libertà di arredamento;

Come funzionano i pannelli radianti a pavimento?

In un circuito chiuso, che si sviluppa coprendo una superficie di pavimento molto elevata scorre l’acqua proveniente dal generatore di calore.  Le disposizioni possibili delle tubazioni sono due:

  • a spirale, dove i tubi di mandata viaggiano paralleli a quelli di ritorno;
  • a serpentina, dove i tubi vengono posati a zig-zag;

I sistemi proposti da Maniero Elettronica sono realizzati inserendo un isolante sopra la soletta portante del pavimento; il materiale più diffuso è il polistirene espanso in lastre, lisce o con sagomature particolari predisposte per alloggiare le tubazioni. Al di sopra dell’isolante vengono posate le tubazioni, che vengono annegate completamente nello strato di supporto (il “massetto”), generalmente costituito da calcestruzzo. Infine, si ricopre il massetto con il rivestimento finale: solitamente piastrelle, ma anche parquet, linoleum, moquette, ecc. Le tubazioni sono generalmente realizzate in materiale plastico. Il passo di posa è variabile,  all’interno dello stesso locale, si può anche scegliere di infittire le tubazioni laddove sia necessaria una maggiore emissione termica, cioè vicino alle pareti esterne.

Come funzionano i pannelli radianti a parete?

Questi pannelli radianti vengono installati nelle pareti del locale confinanti con l’esterno: con questo accorgimento si limitano le dispersioni termiche, dal momento che sotto le tubazioni vengono inseriti gli isolanti e vengono annullate o ridotte le differenze di temperatura tra pareti calde e pareti fredde. La superficie occupata dalla parte radiante delle pareti dipende dalla temperatura di progetto (più alta rispetto ai sistemi a pavimento). Le tubazioni non si estendono oltre i 2 metri d’altezza. La posa dei pannelli radianti a parete è più semplice rispetto a quelli a pavimento, anche se ne ricalca i principi fondamentali. Sopra la parete viene posato l’isolante su cui vengono fissati i tubi; su questi vengono stesi strati di intonaco cementizio, che li ricoprono completamente, una rete porta-intonaco e la realizzazione della finitura superficiale completano l’opera. In’alternativa possono essere posati “a secco” pannelli preassemblati costituiti da uno strato isolante in EPS e da uno strato in cartongesso, in cui sono ricavate apposite cavità in cui sono alloggiati i circuiti idraulici.

Come funzionano i pannelli radianti a soffitto?

pannelli radianti a soffitto sono in genere costituiti da moduli metallici o in cartongesso di varia forma appesi al soffitto: si tratta di pannelli a vista al di sopra o all’interno dei quali è installato il tubo. Poiché le condizioni di benessere ottimale prevedono che la temperatura a livello dei piedi sia lievemente superiore rispetto alla testa, le temperature massime ammissibili con questa tipologia di pannelli radianti, dipendono fortemente dall’altezza di installazione.