swisstec-convention-center-fotovoltaico-colorato

È stato inaugurato da poche settimane lo Swiss Tech Convention Center presso l’Ecole Politechnique Federal di Losanna, in Svizzera. L’edificio, progettato da Richter Dahl Rocha & Associés, può ospitare fino a 3000 persone nel proprio auditorium e può essere adibito a spazio espositivo, grazie ad un ingegnoso sistema di ribaltamento di porzioni di pavimento sul quale sono fissate le sedute dell’auditorium.

 

celle-fotovoltaiche-colorate

 

Oltre ad essere un edificio architettonicamente pregevole, semplice ed elegante, ben progettato nella distribuzione interna degli spazi è degno di nota per il rivestimento high tech della facciata ovest. Si tratta infatti di pannelli fotovoltaici colorati formati interamente da celle di Graetzel – un prodotto dalle grandi potenzialità stilistiche ed architettoniche.

 

celle-di-graetzel

 

Le celle, così chiamate in onore dello scopritore, hanno la caratteristica di essere quasi trasparenti, con uno spessore di pochi micron e di funzionare anche in condizioni di luce sfavorevole. Utilizzano il biossido di Titanio come semiconduttore, mentre il materiale attivo è costituito da molecole derivate ad esempio da succo di more o lamponi, per questo vengono dette celle organiche.

 

swisstec-convention-center-celle-graetzel

 

A differenza delle più diffuse celle in silicio presentano costi più bassi, anche se di pochi centesimi per watt prodotto, minor consumo di materiali pregiati, limitati costi di produzione e di inquinamento. Inoltre possono essere colorate a piacimento, dal rosso all’arancio, dal giallo al verde e sono particolarmente flessibili così da permettere il rivestimento di superfici curve di grandi dimensioni.

La produzione prevista per lo Swiss Tech Convention Center è di circa 8000 kWh, che se verrà mantenuta diventerà certamente pioniera per questa tecnologia nel mondo.