ikon

L’interesse per i sistemi domotici è cresciuto negli ultimi anni seguendo il cammino parallelo a quello dello sviluppo della tecnologia e dell’elettronica in tutti i campi di vita e di lavoro umani.

Da semplice oggetto del desidero, i sistemi intelligenti ed automatici della gestione dell’abitazione si sono trasformati in uno degli elementi necessari per la valutazione nell’acquisto di una casa.

Ikon domotica Maniero

In Italia si stima che già ora più del 60% delle abitazioni nuove possiedano un sistema integrato domotico per la gestione di alcune delle funzioni più automatizzabili: allarme e sicurezza o ad esempio monitoraggio del comfort abitativo.

La domotica è un ampio insieme comprendente varie tipologie di automazioni dal costo variabile, ma con il comune denominatore della semplicità di utilizzo: alcuni strumenti di base come i sistemi di apertura e chiusura dei serramenti, di tapparelle o tende da sole sono considerati quelli di più facile implementazione, e difatti sono presenti in oltre il 40% delle nuove abitazioni, mentre altri elementi molto più complessi, come antifurti videosorveglianza o distribuzione dei carichi elettrici, si trovano in più del 16% delle nuove abitazioni.

livelli domotici Maniero Elettronica

Gli impianti domotici sono classificati in base a 3 livelli di complessità, secondo la norma CEI 64/8 introdotta nel 2013, così definiti:

Livello 1 di base

Con il livello di base l’abitazione sarà dotata di più dispositivi di protezione, punti prese, luci, tv, telefono e dati, garantendo più sicurezza e comodità in ogni momento della giornata.

Livello 2 standard

Oltre alle comodità del livello di base, il livello standard rende la casa più sicura e più protetta. Grazie al videocitofono ed al sistema di antintrusione.

Livello 3 domotico

Con il livello domotico, oltre a comodità, sicurezza e protezione, la casa sarà dotata di gestione scenari, controllo remoto e controllo dei carichi elettrici. Inoltre con il sistema domotico è possibile abbattere barriere architettoniche ed ostacoli che rendono difficili anche le azioni più semplici.

Per raggiungere il livello 3 è necessaria l’automazione di almeno quattro tra i sistemi di antintrusione, controllo carichi, illuminazione, termoregolazione, controllo remoto, gestione scenario, diffusione sonora ed allarmi tecnici.

Tutte queste funzioni convergono in semplici pannelli touchscreen di ultima generazione, spesso con sistemi operativi con interfaccia user-friendly come Microsoft ® Windows 8, che utilizzano modelli di interazione quali il multitouch ormai familiare a tutti grazie alla diffusione dei dispositivi con touchscreen (telefoni, tablet, portatili e pc).

Inoltre il controllo della propria abitazione può avvenire anche in remoto, ovvero senza l’accesso diretto al quadro di comando (ad esempio quando si è fuori casa o comodamente seduti in divano) utilizzando il proprio smartphone con applicazione, password e sicurezza dedicata: intrusione, allagamenti e possibili problemi imprevisti possono essere continuamente monitorati anche all’esterno della propria abitazione.